I Forti di Peschiera del Garda

Peschiera del Garda è una città-isola fortificata tra le più belle del mondo. La sua struttura è protetta da alti muraglioni bastionati a forma pentagonale che sembrano nascere dalle limpide acque del Garda e del fiume Mincio.

Nonostante la sua solida struttura Peschiera era circondata, e in parte lo è ancora, da numerose strutture difensive per la precisione 14 forti di varie dimensioni edificati sui colli all’esterno della città.

Il problema della fortificazione di Peschiera fu il tema principale trattato dagli ingegneri francesi nei primi anni dell’800. Nonostante la solida cinta magistrale cinquecentesca Peschiera cominciava a non essere più una piazzaforte sicura. Lo studio per fortificare Peschiera durò dodici anni. Dopo aver scartato l’idea di costruire una nuova cinta continua esterna e molto più lunga di quella già esistente di forma pentagonale, si decise di intervenire inserendo nel paesaggio un sistema fortificato spezzato.

Progetto mai realizzato della cinta difensiva continua
Progetto mai realizzato della cinta difensiva continua

L’intervento era una novità per l’epoca, le prime due strutture edificate furono i forti SALVI e MANDELLA, essi fungevano da protezione dal bombardamento nemico in caso di assedio perché posizionati su colline esterne alla cittadina. Napoleone criticò il forte Mandella, secondo lui indifendibile.

Con il dominio austriaco Peschiera diventa una perla militare, camminare per il centro ancora oggi trasmette un sapore viennese per le molteplici costruzioni volute dal Impero come la CASA DEL COMANDANTE, il PADIGLIONE DEGLI UFFICIALI, la CASERMA DI FANTERIA, la CASERMA DI ARTIGLIERIA.

Il 1848 è l’anno chiave per Peschiera, l’avanzata sabauda fa cadere la piazzaforte fortificata con il rischio di una successiva caduta di Verona. Le sorti cambiano nel giro di poco tempo e l’Impero asburgico riconquista Peschiera ma sorge un problema, la città deve essere riorganizzata dal punto di vista difensivo.

Si inizia a parlare di Quadrilatero: Verona, Peschiera, Mantova, Legnago. Peschiera viene munita di una CORONA DI 14 FORTI distaccati tra loro collocati su ogni colle morenico presente.

    La cintura dei Forti

Scansione 4

I Forti

1 Forte Capuccini

Oggi il forte è di proprietà privata e fortemente compromesso con aggiunte successive. Ospita una pizzeria.

2 Forte Papa

Oggi il forte è di proprietà pubblica ma riversa in cattivo stato di conservazione.

3 Forte Laghetto

Semi distrutto, visibile parte del muro perimetrale.

4 Forte Saladini

Integro ma ricoperto dalla vegetazione e da diversi anni abbandonato.

5 Forte Badoara

Demolito per permettere la costruzione dell’Autostrada A4 Serenissima.

6 Forte Baccotto

Trasformato in residenza nel 1930 e in parte demolito.

7 Forte Ardietti

Uno dei forti meglio conservati di Peschiera grazie all’attiva partecipazione di volontari che lo gestiscono.

8 Forte Monte Croce

Era una delle più belle, maestose e affascinanti costruzioni ma ad oggi è Demolito.

9 Forte Salvi

Edificato di Francesi. I due forti Salvi sono di proprietà privata e in buone condizioni conservative.

10 Forte Mandella

Edificato di Francesi. Il forte è ancora di proprietà militare.

11 Forte Cavalcaselle

Di proprietà privata ad oggi semi distrutto.

12 Forte Polveriera

Privato in buono stato conservativo esternamente ma parzialmente distrutto negli interni.

13 Polveriera Ronchi

Ottimamente conservata ma in stato di abbandono.

14 Forte Fenilazzo

Resiste nelle sue strutture ma è in mano privata all’interno di un area industriale.

I Forti e i percorsiLegenda

Scansione 3

BIBLIOTECA-_cr_111001085015

 

 

Ulteriori informazioni al sito:

http://www.peschieramuseo.it/

La categoria è in lavorazione al più presto sarà migliorata.

Annunci